Inclusions of anatase crystal and rutile fibres in rock crystal from Brazil
Inclusions of anatase crystal and rutile fibres in rock crystal from Brazil
Dumortierite in rock crystal, Brazil, polarised light
Dumortierite in rock crystal, Brazil, polarised light
Natural etching structure on a crystal face of diamond (trigons), polarised light
Natural etching structure on a crystal face of diamond (trigons), polarised light
Stress fissure («sun spangle») in baltic amber
Stress fissure («sun spangle») in baltic amber
Two-phase inclusions in sapphire, Sri Lanka
Two-phase inclusions in sapphire, Sri Lanka
Midge included in amber from the Baltic coast, polarised light
Midge included in amber from the Baltic coast, polarised light
Fluid inclusions in quartz with bituminous daughter minerals, China
Fluid inclusions in quartz with bituminous daughter minerals, China
Inclusions of hematite in feldspar (sunstone), India
Inclusions of hematite in feldspar (sunstone), India
 
 

Storia

Il 14 ottobre 1942 venne fondata la Società Gemmmologica Svizzera sotto la guida del dott. Eduard Gübelin. Gli obiettivi, in conformità con il primo statuto, comprendevano “l’approfondimento della conoscenza gemmologica dei propri membri attraverso l’insegnamento reciproco; l’ampliamento, la diffusione e l’impiego di tale conoscenza a vantaggio del commercio gemmologico e perlifero; la lotta contro la concorrenza sleale, l’incremento degli interessi economici dell’industria dei gioielli e la tutela della pratica etica a vantaggio del consumatore”.

Queste finalità sono tutt’oggi rimaste le medesime e hanno ampiamente condizionato le attività della società stessa. La fondazione si fece strada nonostante il difficile contesto degli anni bellici, durante i quali il contatto con le istituzioni gemmologiche estere era difficoltoso, se non addirittura impossibile.

Solamente chi ricopriva una posizione prestigiosa in una delle industrie di gioielleria e/o orologiera poteva diventare membro. Contrariamente ad altre società gemmologiche, questa prassi restrittiva fu mantenuta per decenni e coniò fino ad oggi l’immagine della società stessa, la quale - a differenza delle società estere - ha sempre esibito un numero ristretto di membri, i quali sono però caratterizzati da un’alta motivazione e un ambiente riservato.

Vortrag von Dr. E. Gübelin

Conferenza del dott. E. Gübelin in occasione del venticinquesimo anniversario il 21 giugno 1967 presso il Bürgenstock.

25-jähriges Jubiläum 1967

1967, 25esimo anniversario, Bürgenstock. Dimostrazione delle apparecchiature gemmologiche per i membri della Società e i giornalisti.

Zeitungsberichte über die Jubiläumsveranstaltung der SGG 1967

Reportage sull’evento organizzato in occasione del 25esimo anniversario della Società Gemmologica Svizzera nel 1967.

 

Nel corso degli anni, grazie alle diverse modifiche agli statuti, le condizioni di adesione dei membri cambiò. Dal 2007, la SSG aprì le proprie porte sia verso coloro che operano nel campo dell’oreficeria e della gioielleria, sia verso gli appassionati già in possesso di un titolo di studio gemmologico rilasciato da istituti di formazione esteri.

La formazione fu per anni organizzata e in gran parte anche contestata dal consulente accademico - e, in seguito, presidente - Dott. Eduard Gübelin. Nei primi anni dopo la fondazione, durante i corsi centrali della durata di norma di tre giorni, i partecipanti erano formati sia nella teoria sia nella pratica. Per gli esami pratici essi erano obbligati a portare ed utilizzare le proprie gemme ed i propri strumenti. Con l’incremento del numero dei membri, venne introdotta la prassi tutt’ora in vigore di limitare i corsi centrali alla sola formazione teorica. Questi sono tenuti al giorno d’oggi sottoforma di conferenza con referenti locali e stranieri. La prassi gemmologica viene approfondita durante i seminari dei gruppi regionali della durata di due giorni, organizzati dai direttori dei gruppi regionali. Per le prove pratiche, la Società Gemmologica Svizzera ha investito in una grossa raccolta di pietre destinate ai test, le quali sono a disposizione dei membri. Oltre ai corsi organizzati, vi sono anche sporadiche visite ed escursioni presso giacimenti minerari.

Dal 1983, la nuova commissione accademica, sotto la guida del Dott. E. Gübelin, sostenne l’attività di quest’ultimo per l’organizzazione dei corsi centrali e la formazione dei membri. Nel 1988 subentrò alla guida di questa commissione Bruno Bolli; nel 2003 questo incarico venne affidato all’istruttore accademico Michael Hügi.

Il 15 marzo 2005 segnò una triste interruzione nella storia della nostra Società: la scomparsa del nostro presidente onorario Dott. E. Gübelin, il quale caratterizzò come nessun altro la SSG e partecipò attivamente alla vita della Società fino a poco prima della sua morte nel suo 93esimo anno di età, toccando profondamente tutti i membri.

L’evoluzione del commercio e della ricerca nel settore gemmologico solleva costantemente nuovi quesiti. Nuove scoperte di corpi sedimentari, sintesi e trattamenti delle pietre preziose sempre più raffinati richiedono un costante aggiornamento degli specialisti. Con le sue attività, la Società Gemmologica Svizzera terrà conto anche in futuro di queste esigenze, per mantenere anche in seguito la fiducia dei clienti nei confronti del settore della gioielleria e della gemmologia.